vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di San Pietro Mosezzo appartiene a: Regione Piemonte - Provincia di Novara

Cascina Motta

Sorge in campagna nel Comune di San Pietro Mosezzo, con accesso sia dalla Strada Provinciale per Biandrate, sia dalla Strada Statale 11 per Vercelli, subito dopo l'abitato di Cameriano.
E' una località di antiche origini; da fonti dell'Archivio di Stato di Novara (Fondo Caccia), veniamo a conoscenza di uno strumento datato 2 agosto 1380 con cui il Principe Galeazzo Visconti vende ad Antonio Pozzo i fondi di Vinzaglio ed altre terre compresa la Motta.
Sappiamo anche da un'istanza risalente al 1545 del Magistrato Straordinario di Milano che "li fittabili dei beni della Motta non vengono molestati pel seminerio dei risi non ostante le grida in proposito pubblicate"; numerosi sono stati nel corso dei secoli i proprietari della tenuta (ad esempio la Famiglia Patti, la Famiglia Brusati, l'Ospedale Maggiore di Novara, la Parrocchia di Ponzana, la Famiglia Cavalli ed infine il Nobile Collegio Caccia) che l'hanno mantenuta viva ed operativa fino ai nostri giorni. E' la tipica cascina a corte chiusa, con più cortili. Troviamo la casa padronale di impianto settecentesco, la casa delle mondine, la casa del lattaio, le stalle tardo ottocentesche, ora non più usate, i fienili, il granaio e ciò che resta di un'antica ruota di pietra e una pista di granito per la pilatura del riso.
Ora la tenuta è gestita da agricoltori che applicano ai terreni innovative tecniche di agricoltura per la coltivazione del riso e dei cereali.

Tratto da:
"Alla scoperta di cascine storiche, mulini, ghiacciaie
della Bassa Novarese"
Atl Provincia di Novara